Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
PROGRAMMA POLITICO
21/01/2022
Sanità, Bet (Lega – LV): “Entro i primi giorni di febbraio arriverà il medico a Codognè, forse Zanoni non lo sa”
Venezia, 21 gennaio 2022 – “Entro i primi giorni di febbraio arriverà un nuovo medico nel Poliambulatorio di Codognè. Forse il collega Zanoni non ne è a conoscenza e purtroppo assistiamo, ancora una vota, ad attacchi delle opposizioni che cercano di polemizzare e strumentalizzare politicamente un momento difficile per la sanità in tutto il Paese”. Così il consigliere regionale Roberto Bet, dell’Intergruppo Lega – Liga Veneta, risponde al consigliere Zanoni. “La situazione non è semplice – prosegue Bet - i contagi da Covid corrono veloci e le Asl stanno facendo il possibile per dare risposta a tutti gli utenti. A Zanoni rispondo che Ulss e la Regione sono già al lavoro, 24 ore su 24, per garantire a tutti il diritto alla salute. E’ triste continuare a leggere attacchi che sanno di mera strumentalizzazione politica, è triste continuare a far leva su un tema delicato, come quello della salute, per fomentare la polemica e provare ad ottenere consensi elettorali da parte dei cittadini. Vorrei rassicurare Zanoni: nessun cittadino verrà abbandonato, soprattutto le persone più fragili. Se invece di continuare ad attaccare e polemizzare, facendoci perdere tempo, le minoranze in Regione collaborassero con proposte concrete e costruttive, farebbero il bene dei cittadini veneti”.
21/01/2022
Sponda e Andreoli (Lega-LV): «Industria dell’olio, venerdì 28 gennaio un convegno per addetti ai lavori: dalla crisi nuove opportunità per valorizzare la nostra eccellenza»
Venezia, 21 gennaio 2022 – «Trarre dalla crisi economica nuove opportunità, sulle spalle di una tradizione secolare e con un occhio al futuro. È ciò di cui si parlerà in una serie di incontri dedicati all’industria olearia preparatori al grande evento che avrà luogo tra l’11 e il 13 marzo, quando Mezzane di Sotto ospiterà produttori, buyer statunitensi, docenti universitari e appassionati da tutto il mondo. Incontri il primo dei quali si terrà, in teleconferenza, venerdì prossimo, 28 gennaio. Un appuntamento, riservato stavolta ai soli olivicoltori, che getterà le basi di una nuova rete di eccellenza». A darne notizia sono Alessandra Sponda, consigliere segretario del Consiglio regionale del Veneto, e Marco Andreoli, presidente della Terza commissione consiliare, entrambi consiglieri regionali dell’Intergruppo Lega-Liga Veneta. «L’incontro del 28 gennaio, organizzato in collaborazione con il Mediterranean Diet Roundtable, un format americano creato per promuovere negli Stati Uniti la diffusione di stili di vita mediterranei con relativa commercializzazione di prodotti, affronterà diversi argomenti che, in questo particolare periodo storico, potranno imprimere nuove svolte nella produzione e nel commercio di uno dei nostri prodotti di eccellenza, l’olio veronese appunto. Tra i temi che verranno affrontati infatti, anche le nuove opportunità offerte dal commercio su piattaforme online, ma anche dalla rete internazionale dei Veneti nel mondo, indispensabile per far conoscere tradizioni e tesori della nostra regione. All’incontro, in cui noi rappresenteremo il Consiglio regionale del Veneto, sarà presente anche l’assessore regionale Federico Caner, il senatore Cristiano Zuliani, il sindaco di Mezzane di Sotto Giovanni Carrarini, la consigliera comunale di Mezzane e consigliera provinciale veronese Federica Losi, il consigliere comunale di Mezzane Andrea Michieloni, il direttore AIPO Enzo Gambin, Daniela Puglielli, founder del Mediterran Diet Roundtable, e i presidenti delle sezioni veronesi di Confagricoltura, Coldiretti e CIA, oltre a esperti di economia e commercio internazionali. Un’opportunità, quindi, da non perdere per i nostri produttori».
21/01/2022
Dolfin (Lega – Liga Veneta): “Caro energia sta mettendo in ginocchio Pesca e Acquacoltura, gli operatori non ce la fanno”
Venezia, 21 gennaio 2022 – “Il caro energia sta colpendo tutti i settori del nostro Paese, compresa la Pesca e l’acquacoltura, con gli operatori del settore in forte difficoltà per il continuo aumento del gasolio, con prezzi più che raddoppiati”. Così il consigliere regionale dell’intergruppo Lega – Liga veneta Marco Dolfin, Capo dipartimento Pesca per il partito in Veneto. “Aumenti insostenibili - spiega Dolfin - che potrebbe far desistere gli operatori nei periodi di minor richiesta di prodotto. Creando, di fatto, una cessazione dell’attività con conseguenze negative sul comparto Pesca e sui consumatori finali. Già ad ottobre la Lega aveva chiesto al Ministro competente di intervenire per mitigare gli effetti del caro gasolio; lo abbiamo fatto anche in Veneto, idem in Europa”. “Questo è l’ennesimo allarme – aggiunge il consigliere veneziano - lanciato dal mondo della Pesca e dell’Acquacoltura che non può essere ignorato ancora, tant’è che è già preannunciato un blocco spontaneo del settore nelle prossime settimane. Tra caro gasolio, aumenti del fermo pesca, divieti e nuove restrizioni europee i rischi per il settore sono concreti e dietro la porta: rinnovo quindi l’ennesima richiesta alle Istituzioni Governative, a tutti i livelli, per dare risposta al settore primario ittico italiano e a tutte le sue peculiarità e specificità locali che meritano maggiore attenzione. Serve un impegno concreto – afferma Dolfin - da parte di tutti per scongiurare perdite, economiche e di posti di lavoro, per evitare scioperi e agitazioni che portano solo divisioni e malcontento tra coloro che, con molti sacrifici, permettono ogni giorno a milioni di persone di poter consumare prodotti freschi e di alta qualità, importati in tutto il mondo. Il tutto continuando a trasmettere i valori, il rispetto del mare, delle tradizioni e della nostra cultura marinara”.

COSA FACCIAMO
SCOPRI DI PIU'


SEGUICI NEI SOCIAL