PROGRAMMA POLITICO
SEGUICI NEI SOCIAL
LE ULTIME NEWS
2/12/2020
Recovery fund – Villanova (ZP): «Mentre il governo perde tempo organizzando comitati e task force, il Veneto ha fatto il suo dovere e ha stilato un elenco di progetti ambiziosi e molto concreti»
Venezia, 2 dicembre 2020 - «Mentre il premier Conte continua ad annunciare la nascita di task force, gruppi di lavoro di esperti e comitati, il Veneto in silenzio, con le sue forze, ha già preparato un piano per investire i fondi del Recovery fund: progetti ambiziosi ma molto concreti, certo non sogni privi di fondamento, che procedono nella direzione del Veneto digitale, green, connesso ed eccellente indicato dal Presidente Zaia nel suo programma d governo. L’Europa prenda atto che qualcuno che faccia i compiti assegnati c’è, e dia i soldi a chi veramente dimostra non solo di volerli, ma anche di meritarli». Alberto Villanova, capogruppo in Consiglio regionale di Zaia Presidente, commenta così la pubblicazione della delibera che contiene l’elenco dei progetti da finanziare con i fondi UE. «Ricordiamo che l’elenco stilato contiene ben 155 progetti – prosegue Villanova -, raggruppati in 13 macro-aree. Il Veneto, che già è stato penalizzato dalla mancanza di ristori adeguati per le sue attività produttive, merita ora le risorse. Non siamo stati ad aspettare che altri ci spiegassero come fare il lavoro. E, come ha spiegato il Presidente Zaia, questo piano era pronto già da tempo. Se non è stato pubblicato prima, è proprio per la mancanza di chiarezza da parte del governo. A questo punto ci aspettiamo come minimo che Roma porti avanti con forza le istanze della nostra regione».
30/11/2020
Pan (LV) e Andreoli (LV): «Fusione dei Consorzi agrari, a gennaio convocati in audizione presso la Terza commissione i loro rappresentanti»
Venezia, 30 novembre 2020 - «La Terza commissione consiliare permanente convocherà in audizione, nella prima seduta utile dopo l’Epifania, i Consorzi agrari per discutere della questione della loro fusione. È vero che la Regione non legifera su queste operazioni, ma è anche vero che non può rimanere indifferente davanti a un’iniziativa che interessa l’opinione pubblica e che suscita interrogativi in più di qualche cittadino». Lo annunciano Marco Andreoli (LV), presidente della Terza commissione consiliare permanente, competente in Agricoltura, e Giuseppe Pan, capogruppo Liga Veneta per Salvini Premier in Consiglio regionale del Veneto. «Crediamo che sia nell'interesse di tutti i Consorzi interessati e delle associazioni di categoria il poter esporre la situazione in campo neutro e con la massima trasparenza possibile – proseguono poi -. Stiamo attraversando un periodo durissimo per la salute pubblica e per l'economia, e in questo scenario operazioni di questo tipo giocano un ruolo non trascurabile nella partita del nostro futuro che assumerà i connotati di una ricostruzione. I Consorzi agrari sono piccoli gioielli che proteggono con sapienza ed efficacia la ricchezza agraria del nostro territorio. È importante tutelare queste realtà e i loro dipendenti. L'unica cosa che conta è che al centro di tutto permanga l'idea di sviluppo e di prosperità del tessuto rurale veneto, da sempre motore trainante della nostra economia ed elemento fortemente caratterizzante della nostra terra e del Popolo Veneto».
27/11/2020
Pan (LV): «I cacciatori svolgono un ruolo fondamentale per l’equilibrio ambientalistico, ma devono essere adeguatamente formati. Importante preparare piani di gestione della fauna selvatica attuali e approfonditi»
Venezia, 27 novembre 2020 - «Alcune parti politiche hanno spesso accusato la Lega di essere estremista e poco rispettosa dell’ambiente. E questo perché abbiamo difeso la caccia. Evidentemente non si rendono conto che il ruolo dei cacciatori è fondamentale per la società: un cacciatore non è solo un appassionato, ma un tutore dell’ambiente. Senza questa categoria, con alcune specie di fauna selvatica ormai fuori controllo, avremmo i cinghiali fin dentro casa, con danni per l’uomo e l’agricoltura enormi. Dare un quadro normativo di riferimento a questo settore è quindi quanto mai importante». Giuseppe Pan, capogruppo della Liga Veneta per Salvini premier, commenta così la rideterminazione del Piano Faunistico della Regione del Veneto. «Regolare la caccia non significa essere integralisti, ma controllare un ambiente che ormai ha perso il suo equilibrio – prosegue Pan -. E perché questo avvenga, l’unico modo è avere piani di gestione della fauna selvatica appropriati. Ciò significa anche fornire una formazione adeguata ai cacciatori, con la collaborazione delle associazioni venatorie. La caccia, infatti, non è un gioco: è un’attività complessa che necessita della giusta preparazione perché i cacciatori diventino davvero collaboratori delle istituzioni. La proroga del Piano faunistico permetterà di approfondire questi piani di gestione, arrivando così in primavera a discuterli in aula e dare così un quadro normativo di riferimento attuale».