PROGRAMMA POLITICO
SEGUICI NEI SOCIAL
LE ULTIME NEWS
22/07/2019
Cultura – Rizzotto (ZP): “Sagra dei marroni del Monfenera di Pederobba unica veneta premiata a Roma dalle Pro Loco italiane: il Veneto si conferma terra di tradizioni e qualità”
Venezia, 22 luglio 2019   -  “Il riconoscimento che la UNPLI, l’Unione Nazionale delle Pro Loco, ha assegnato quest´oggi alla mostra mercato dei marroni del Monfenera di Pederobba, è il riconoscimento al grande sacrificio dei volontari di questa Pro Loco e la conferma che in Veneto ci sono feste tradizionali di assoluta qualità”. Commenta con queste parole la Capogruppo Silvia Rizzotto (Zaia Presidente) “il riconoscimento ottenuto oggi dalla Pro Loco di Pederobba a Roma dalla UNPLI e al cui evento hanno preso parte anche il Sindaco della città trevigiana, Marco Turato, e il Presidente della stessa Pro Loco, Manuel Bresolin. L’associazione nazionale delle Pro Loco italiane - sottolinea la Capogruppo - ha riconosciuto oggi a Roma il premio di ‘Sagra della qualità’ a diverse manifestazioni, ma l’unica veneta ad essere premiata in questa edizione è stata quella di Pederobba. Come Consigliere regionale e come trevigiana, è motivo d’orgoglio, e il merito deve essere giustamente riconosciuto a chi ha permesso questo risultato, ovvero ai volontari della Pro Loco di Pederobba sapientemente diretta dal loro Presidente, Manuel Bresolin. Un evento noto in tutta la Provincia e non solo, e che il prossimo Ottobre arriverà alla 45’ edizione. La presenza del Sindaco, Marco Turato, sottolinea quanto sia importante avere al proprio fianco le istituzioni per garantire un efficace lavoro di squadra e risultati di livello”. “Da parte mia - aggiunge in conclusione Rizzotto - oltre ovviamente alla soddisfazione, non posso che sottolineare come il riconoscimento alla Pro Loco di Pederobba evidenzi ancora una volta, anche se non ce n’era certo bisogno, di come la nostra sia una Regione che anche nelle feste di paese possiede una ricchezza di tradizioni e di tipico seconda a nessuno. Un patrimonio culinario che però in Veneto significa anche grande qualità, di offerta e di servizio, capace di attirare turisti e visitatori da tutta Italia e di generare, a sua volta, nuova ricchezza”.
22/07/2019
Autonomia – Rizzotto (ZP): “Farsa incommentabile: non ci si ricorda dei veneti solo quando è il momento dell’Iva, delle tasse e del 740”
Venezia 22 luglio 2019    - “Il primo Ministro Conte e i 5 stelle non possono ricordarsi dei Veneti solo quando si tratta di gettito IVA e 740. Siamo stanchi di essere trattati così, i Veneti meritano rispetto”. Commenta con queste parole il Presidente del gruppo Zaia Presidente, Silvia Rizzotto, lo “strappo sulla autonomia scolastica deciso dal primo ministro Conte su pressione dell’alleato di Governo 5 stelle. Il limite della pazienza dei Veneti sull’Autonomia è già stato superato da un pezzo.  Ora però con la decisione di rivedere anche l’autonomia scolastica si sta sconfinando nella dignità e nel rispetto dei Veneti. Nessuno vuole strappare il Paese, anzi - spiega la Rizzotto -  noi vogliamo migliorarlo. Ma qui qualcuno sta mancando di rispetto al nostro Popolo, che, lo ricordo, ogni anno allo Stato italiano versa diligentemente miliardi e miliardi di euro. La proposta di Conte di rivedere così l’impianto della Autonomia è assolutamente irricevibile: se la firmi lui con i Ministri Di Maio, Lezzi e Toninelli. I Veneti meritano rispetto”, chiude l’esponente trevigiana del gruppo Zaia Presidente.
18/07/2019
Turismo – Rizzotto (ZP): «Albergo diffuso, il disegno di un futuro fatto di sviluppo sostenibile per il Turismo del Veneto di domani»
Venezia, 18 luglio 2019   -  «Una deroga di buonsenso per permettere a territori come le Colline di Conegliano e Valdobbiadene di potersi dotare di Strutture ricettive moderne, attrattive e sostenibili con l'ambiente. Il tutto a costo zero, ovvero utilizzando le strutture esistenti, senza costruire nuovi alberghi. Inizieremo con una fase sperimentale, e poi saremo pronti a estendere il tutto anche alle altre aree venete vocate al turismo». Le parole sono della consigliera regionale Silvia Rizzotto, Presidente del Gruppo Zaia Presidente in Consiglio regionale, che commenta così «l'approvazione di ieri sera, in aula consiliare, del Progetto di Legge n. 376 'L.R. di adeguamento ordinamentale 2018 in materia di governo del territorio e paesaggio, parchi, trasporto pubblico, lavori pubblici, ambiente, cave e miniere e turismo’. Una norma fortemente voluta dall'esecutivo di governo regionale e che troverà la sua prima applicazione nel territorio delle Colline trevigiane». «L'area del Prosecco tra Conegliano e Valdobbiadene era già di per sé un territorio a forte vocazione turistica - spiega la consigliera - ma con il riconoscimento dell'Unesco potrà ambire tranquillamente a confrontarsi con le destinazioni turistiche più strutturate. Per consentire ciò, tuttavia, era necessario dotarsi di uno strumento di governo del territorio moderno e sostenibile, capace di consentire un ampliamento della capacità ricettiva sostenibile, in armonia con il contesto paesaggistico delle colline trevigiane». «La possibilità, in questo senso, di poter usufruire del recupero di edifici abbandonati o decadenti, e in deroga alla vigente normativa, consente proprio questo - aggiunge l'esponente di Zaia Presidente - Deroga che, è bene sottolineare, vale per la locazione turistica e il così detto albergo diffuso. Senza la edificazione di Strutture ricettive ex novo, quindi, puntiamo ad ampliare notevolmente il bacino turistico, senza tuttavia compromettere il contesto ambientale e urbanistico». «Una norma di buon senso e scritta con estrema attenzione - conclude Silvia Rizzotto - per mantenere quell'equilibrio tra antropizzazione e territorio che, nelle Colline tra Conegliano e Valdobbiadene, è riuscito, qualche settimane fa, a convincere tutti sul riconoscimento di Patrimonio Unesco. Valuteremo, poi, se la stessa norma potrà trovare piena ed efficace applicazione anche in altri territori turistici».