Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
PROGRAMMA POLITICO
27/02/2024
Turismo, Scatto (Lega-LV): “Il Consiglio approva: in Veneto un nuovo strumento turistico con vista sulle prossime Olimpiadi di Cortina”
Venezia, 27 febbraio 2024 - “Con il voto favorevole di oggi, il Veneto si dota di una norma sul turismo più innovativa ed efficace. Le modifiche proposte ed approvate dall’aula, infatti, introducono anche in Veneto una tipologia di esperienza turistica che in altri contesti è già una realtà, ovvero quella delle così dette stanze panoramiche e che consentirà di posizionare una struttura ricettiva anche al di sopra dei 1.600 metri”. Così Francesca Scatto, consigliere regionale della Lega – Liga Veneta e presidente della VI Commissione, si esprime sulla votazione del disegno di legge. “Si tratta di una situazione nuova, chiesta da molti turisti che visitano le nostre meravigliose montagne e che permetterà ai visitatori di poter ammirare la bellezza dei nostri monti. Il tutto, ovviamente, in modo sostenibile, senza pregiudicare né l’equilibrio locale, né le doverose prerogative ambientali. Non a caso, abbiamo deciso di riservarci un approfondimento più dettagliato per approfondire al meglio questa tipologia di situazione ed armonizzarla tanto al paesaggio, quanto alle istanze del territorio. Una norma quindi che viene approvata nel pieno rispetto della normativa che tutela il paesaggio essendo sottoposta alle disposizioni dei piani paesaggistici e a quelle del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio. Ringrazio per questo i colleghi che hanno partecipato in modo costruttivo al confronto su un argomento così importante e il capogruppo Villanova per l’eccellente coordinamento. Il Veneto è già oggi la regione italiana più turistica. Con l’introduzione di questa nuova forma di turismo, siamo certi che riusciremo ad attirare nuovi investimenti e visitatori. L’occasione delle prossime Olimpiadi sarà la vetrina ideale per sfruttare al meglio questo nuovo strumento”.
27/02/2024
Omicidio Bovolenta, Sandonà (Lega – LV): “Omicidio a Bovolenta, ancora una volta una giovane madre vittima di ferocia inaudita. Il colpevole venga assicurato alle Forze dell’Ordine. La mia vicinanza alla famiglia”
Venezia, 27 febbraio 2024 - “Ancora un femminicidio nel nostro Veneto. Una drammatica ferita che si riapre nuovamente oggi con l’efferata uccisione di una giovane madre di famiglia. La vittima, Sara Buratin di 41 anni lascia un figlio di soli 12 anni. L’accoltellamento accaduto nel pomeriggio ha sconvolto l’intera comunità di Bovolenta nella Bassa Padovana. E ancora una volta torniamo a parlare di drammi familiari. Ed esprimo la mia vicinanza alla famiglia”. Così Luciano Sandonà (Lega – LV), Presidente Prima Commissione. “Sono sconvolto dall’ennesimo fatto di cronaca che vede coinvolta una giovane madre per un omicidio efferato che lascerà un adolescente senza madre. Dobbiamo fare molto di più ancora come società per sensibilizzare uomini, donne e rete familiare su questi drammi che non devono più accadere. Spero che l’autore del femminicidio venga al più presto assicurato alle Forze dell’Ordine ed esprimo profonda solidarietà alla comunità di Bovolenta segnata da un dramma così terribile” conclude il Presidente Prima Commissione, Luciano Sandonà (Lega – LV).    
27/02/2024
Cestari (Lega- LV): “Speranza e voglia di vivere nonostante il cancro, il messaggio del libro ‘Il giorno più bello della vita: domani”
Venezia, 27 febbraio 2024 - “Quando la speranza e la voglia di vivere incontrano la fede, il risultato è un libro come ‘Il giorno più bello della vita: domani’. Si tratta di una testimonianza carica di positività, che va fatta conoscere a più persone possibile” con queste parole la consigliera regionale Laura Cestari della Lega – Liga Veneta ha accompagnato la presentazione del libro scritto da Giorgio Nordera sulla malattia propria e della moglie Maria Cristina Bonetti, oggi a Palazzo Ferro Fini. Al posto dell’autore, il fratello e la cognata. “Anche se Giorgio è scomparso nelle scorse settimane, oltretutto pochi anni dopo la moglie, il messaggio che vuole trasmettere è vivo più che mai: aprirsi al mondo, sostenersi a vicenda nella vita di coppia e fuori, condividere gioie e dolori, non avere paura di sbagliare. Ma è importante anche il percorso di fede da loro stessi intrapreso, nella visione della vita come un prestito da restituire al meglio alla fine del cammino. Un percorso dove al posto dell’Io c’è Dio, inteso come curiosità e voglia di voler bene al prossimo. Ringrazio intanto chi mi ha permesso di conoscere l’autore del testo, Stefania Bianchi di Salara”.

COSA FACCIAMO
SCOPRI DI PIU'


SEGUICI NEI SOCIAL