PROGRAMMA POLITICO
Torna alle news
Le pitture di Padova e della Cappella degli Scrovegni candidate a sito Unesco 2020 – Sandonà (ZP): «Tutti al lavoro per la nostra Cappella Sistina, occasione da non perdere per il territorio»
Pubblicato il 10 Luglio 2019

Venezia, 10 luglio 2019 – «Abbiamo appena festeggiato la vittoria a Baku delle nostre Colline del Prosecco, ma ora dobbiamo rimetterci subito al lavoro con forza ed entusiasmo rinnovati per portare a casa anche la nomina a Patrimonio dell’umanità Unesco 2020 del ciclo pittorico trecentesco di Padova e, soprattutto, della Cappella degli Scrovegni, definita giustamente dal presidente Zaia “la nostra Cappella Sistina”». Luciano Sandonà, consigliere regionale del gruppo Zaia presidente, commenta così il sostegno del governatore del Veneto Luca Zaia al sito pittorico padovano «Urbs Picta» candidato a sito Unesco.

«La cappella affrescata da Giotto è già ammirata e apprezzata a livello mondiale – continua Sandonà – e anche ora rappresenta un biglietto da visita invidiabile per la città di Padova. La sua nomina a sito Unesco sarà un ulteriore trampolino di lancio eccellente per il territorio padovano e veneto, così come si sta già dimostrando quella delle Colline del Prosecco. Dopo la recente vittoria, è stato calcolato per Conegliano e Valdobbiadene un indotto di circa 300 milioni di euro annui grazie al solo raddoppio delle presenze turistiche. Un’opportunità imperdibile per il nostro territorio: grazie all’opera di Giotto, patrimonio artistico paragonabile per importanza e bellezza ai grandiosi affreschi di Michelangelo a Roma, potremo far conoscere anche tutti gli altri tesori custoditi in città, dalla Basilica del Santo al Palazzo della Ragione, passando per i capolavori di Giusto de’ Menabuoi, di Guariento o di Jacopo da Verona. Nel suo ultimo viaggio in Azerbaijan, dove ha incontrato membri delle commissioni Unesco e consulenti esperti, il presidente Zaia ha già affrontato la candidatura di Padova con gli addetti ai lavori: assieme al Comune di Padova, e grazie al sostegno della Regione del Veneto, riusciremo ad ottenere anche questo importante riconoscimento».