PROGRAMMA POLITICO
Torna alle news
Criminalità organizzata in Veneto – Finco (LN): «Approvata la mozione per dire basta ai detenuti mafiosi nella nostra regione. Dal prossimo anno via a incontri sul territorio con cittadini e imprese»
Pubblicato il 10 Dicembre 2019

Venezia, 10 dicembre 2019 – «Solo stamattina abbiamo letto sui quotidiani che la procura di Venezia ha firmato il rinvio a giudizio per 37 persone accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso. Numeri che fanno ben comprendere le dimensioni della presenza della criminalità organizzata nel nostro territorio. Ecco perché è di grande importanza l’approvazione da parte dell’aula consiliare della mozione da me presentata con cui chiedo tre azioni fondamentali: fare in modo che i detenuti scontino le pene nel territorio di provenienza, sottoscrivere un protocollo d’intesa con le diverse istituzioni e forze politiche per promuovere attività di intelligence e, infine, istituire un numero verde, attivo in tutta la regione ogni giorno, per supportare e aiutare le vittime di minacce mafiose. Ringrazio quindi tutti i colleghi che hanno votato a favore della mozione per l’attenzione dimostrata». Così Nicola Finco, presidente del gruppo consiliare Lega in Consiglio regionale del Veneto, commenta l’approvazione da parte dell’aula di Palazzo Ferro Fini della mozione da lui presentata, «Criminalità organizzata: mai più detenuti mafiosi in Veneto».

«A fine novembre – ricorda Finco – avevamo già organizzato una manifestazione alle porte del carcere di Vicenza, destinazione per centinaia di condannati per mafia. Nei prossimi mesi, poi, promuoveremo una serie di incontri sul territorio per sensibilizzare imprese e cittadini su questo tema. Sarà solo grazie all’aiuto della cittadinanza che il fenomeno mafioso potrà essere sconfitto. Dobbiamo far sentire a tutti gli imprenditori finiti nel mirino dei criminali che non sono soli».