PROGRAMMA POLITICO
Torna alle news
Covid-19, i fondi dei gruppi consiliari per far fronte all’emergenza – Finco (LN) e Rizzotto (ZP): «Dopo aver fatto approvare la legge regionale, abbiamo versato 950mila euro alla Regione»
Pubblicato il 20 Luglio 2020

Venezia, 20 luglio 2020 – «Come promesso, i gruppi consiliari Lega Nord – Liga Veneta e Zaia Presidente hanno effettuato questa mattina i due versamenti con cui si mettono a disposizione i risparmi dei gruppi per finanziare politiche regionali di contrasto all’emergenza Coronavirus. Nello specifico, abbiamo versato 950mila euro sul conto del Tesoriere del Consiglio regionale. Questa somma verrà poi messa a disposizione della Giunta regionale». Ad annunciarlo sono i due presidenti dei gruppi consiliari Lega Nord- Liga Veneta e Zaia Presidente, Nicola Finco (LN) e Silvia Rizzotto (ZP).

«I bonifici di questa mattina danno così concretezza alla legge regionale n. 16 del 20 maggio, da noi proposta e approvata dall’aula, che prevede lo stanziamento a favore della Regione del Veneto dei fondi non spesi tra quelli messi a disposizione dei gruppi consiliari per le spese delle varie attività istituzionali e sul territorio. La scorsa settimana, poi, è stata approvata la delibera dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Veneto con le modalità attuative e le procedure del versamento. Una volta avuto il via libera, stamattina ci siamo subito mossi per effettuare i due bonifici: stiamo parlando di 500mila euro per quanto riguarda il gruppo Lega, e di 450mila euro per Zaia Presidente. Come capigruppo di Zaia Presidente e Lega Nord – Liga Veneta, abbiamo voluto dare un segnale forte alla nostra economia, massacrata dal virus e dalle sue conseguenze. La Regione del Veneto ha già fatto molto per dare una risposta ai cittadini, proponendo misure di sostegno alle imprese, ai commercianti, alle associazioni di volontariato, alle famiglie. Stiamo parlando di manovre da centinaia di milioni di euro. La devoluzione di questi fondi non potrà sopperire interamente ai costi dell’emergenza Covid-19, ma potrà almeno far tirare un sospiro di sollievo alle casse della Regione del Veneto, messe a dura prova».