PROGRAMMA POLITICO
Torna alle news
Approvata la legge sulla “Regolarizzazione dei procedimenti sanzionatori” – Boron (ZP): «Un aiuto concreto a imprenditori e cittadini alle prese con burocrazia e leggi asfissianti sempre più complicate»
Pubblicato il 9 Luglio 2019

Venezia, 9 luglio 2019- «Viviamo in un Paese in cui le norme sono troppe e spesso poco chiare, un Paese in cui spesso i cittadini si trovano ad essere “fuorilegge” non perché in malafede, ma perché non sono riusciti a venire a capo dei numerosi tanti, troppi cavilli. Questo pdl è un “salvagente” per tutti gli imprenditori e cittadini che quotidianamente si scontrano con un sistema burocratico asfissiante e che devono affrontare multe pesantissime dopo aver ricevuto sanzioni amministrative». Con queste parole il consigliere regionale Fabrizio Boron (Zaia Presidente), presidente della Quinta commissione consiliare permanente, ha spiegato il progetto di legge da lui fortemente voluto e approvato oggi dall’aula del Consiglio regionale.

«Si tratta di una legge – chiarisce il consigliere di Zaia Presidente – che vuol dare la possibilità di sanare sanzioni amministrative che non hanno impatto rilevante attraverso un semplice atto di diffida, semplificando così un mondo cavilloso che spesso si ripercuote con danni pesanti su oneste imprese e onesti cittadini. Le norme oggi sono molto complesse e spesso poco chiare, con una burocrazia che continua ad autoalimentarsi e mette in difficoltà i cittadini. Sembra quindi opportuno che, nei procedimenti amministrativi su norme regionali o su funzioni delegate dallo Stato alla Regione, prima di applicare una sanzione sia assegnato un termine entro il quale il soggetto interessato possa regolarizzare o rimuovere la non conformità. E’ con orgoglio che vedo approvato il mio progetto di legge: i cittadini e le imprese hanno bisogno di Istituzioni che non siano loro nemiche ma che tendano le mani per creare sinergie produttive», conclude Boron.