PROGRAMMA POLITICO
Scopri le ultime news
11 Ottobre 2018
Urbanistica – Rizzotto (ZP): “Una nuova modalità di gestione dei crediti edilizi per un Piano casa più moderno ed efficiente”
(Arv) Venezia, 11 ott. 2018 - “È stato presentato stamane nella Seconda commissione consiliare il Progetto di Legge della Giunta regionale n. 402 ‘Politiche per la riqualificazione urbana e l’incentivazione alla rinaturalizzazione del territorio veneto’: un provvedimento tanto atteso quanto strategico per lo sviluppo territoriale del Veneto del domani. Rispetto a quanto visto fino ad ora, proprio nell’ottica di migliorare il previgente testo, si è stabilito di dare un ruolo di protagonista alle imprese e alle famiglie, fermo restando il consumo zero, paletto intoccabile”. Sono le parole della Capogruppo Silvia Rizzotto (Zaia Presidente) che così commenta la proposta normativa: “Con l’introduzione del doppio canale di premialità sui crediti edilizi, dividendo tra imprese e famiglie, la Regione si pone lo strategico obbiettivo di sostenere la ripresa di un settore economico fondamentale senza però con questo venir meno al patto d’onore con il nostro territorio, ovvero quella sostenibilità del consumo ad impatto zero indispensabile per garantire uno sviluppo capace di contrastare il degrado ed anzi, sostenere un nuovo patrimonio edilizio, più moderno ed efficiente”. “I punti strategici - conclude Rizzotto - su cui ora ci si dovrà concentrare per definire al meglio il testo sono soprattutto due: puntare ad una semplificazione amministrativa in grado di consentire un lavoro snello e semplice da parte degli operatori e, al contempo, investire i Comuni di un ruolo proattivo in un comparto, come quello urbanistico, dove gli enti locali devono sentirsi coinvolti”.  
11 Ottobre 2018
Urbanistica – Montagnoli (Lega Nord): “Nuovo Piano casa: riqualificazione urbana, moderna e sostenibile”
(Arv) Venezia, 11 ott. 2018 - “Da oggi inizia in Seconda commissione l’analisi e la discussione di un provvedimento che, sono certo, sarà di grande ed importante portata per la nostra Regione. Con l’aggiornamento del nuovo Piano casa regionale, infatti, il Veneto metterà al centro lo sviluppo sostenibile del territorio, il suo recupero, la sua valorizzazione”. Commenta così il Consigliere regionale Alessandro Montagnoli (Lega Nord) la presentazione odierna, in Seconda Commissione, del Disegno di Legge avente per oggetto ‘Politiche per la riqualificazione urbana e l’incentivazione alla rinaturalizzazione del territorio veneto’. “Precisato che, come su ogni testo, si rimane aperti ad una costruttiva collaborazione finalizzata ai miglioramenti - aggiunge il Consigliere - penso tuttavia che già quello presentato oggi sia un ottimo punto di partenza su cui iniziare la discussione”. “Un testo molto interessante e moderno - conclude Montagnoli - che sul solco del ‘consumo zero’, sostiene la rigenerazione urbana finalizzata ad eliminare quelle situazioni degrado ed abbandono consentendo così un miglioramento complessivo del patrimonio edilizio esistente”.
11 Ottobre 2018
Sociale – Boron (ZP): “Pubblicata la nuova legge sulle cooperative sociali: ora scatta la fase delle ispezioni”
(Arv) Venezia, 11 ott 2018 - “Dalle parole ai fatti: le nuove disposizioni sulla cooperazione sociale approvate dall’Aula lo scorso 27 settembre sono state pubblicate il 9 ottobre sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto. Ora si passa alla fase di applicazione della legge, il che significa controlli, ispezioni e sanzioni per chi viola le norme”. Sono le parole del Presidente della Quinta commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto Fabrizio Boron (Zaia Presidente), primo firmatario e relatore di maggioranza in Aula del Progetto di legge n. 129 che modifica e integra la L. reg. n. 23/2006 rubricata “Norme per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale”. “Avevamo salutato con favore l’ampia maggioranza che in Consiglio aveva dato il via libera a questo nuovo assetto normativo - aggiunge il Presidente Boron - anche perché si trattava di un disegno di legge frutto della condivisione e dell’ascolto del territorio. Ora però è necessario procedere in direzione dell’applicazione puntuale e senza sconti delle nuove norme: ricordiamoci infatti che l’obiettivo della legge è duplice, ossia da un lato si intende fornire una regolamentazione al mondo della cooperazione, ma dall’altro si vuole colpire al cuore il mondo della falsa cooperazione”. “Ciò significa di fatto - spiega Boron - che a breve firmeremo le prime ispezioni e quindi il Servizio ispettivo e di vigilanza per il sistema socio-sanitario del Consiglio regionale avrà lo strumento per vigilare e controllare. E in questo senso le norme sono chiare: le cooperative sociali che non adempiono o che adempiono soltanto in modo parziale o difforme alle richieste effettuate dal Servizio ispettivo del Consiglio avrà sessanta giorni di tempo per adempiere in modo corretto. Chi non adempie è fuori: le false cooperative saranno cancellate dall’Albo, automaticamente. Ritengo che questa parte della legge abbia grandissima importanza: in Italia, la cooperazione deve essere un riferimento dove i deboli e gli svantaggiati possano trovare spazio e integrazione nel mondo del lavoro con trattamenti equi e degni di una società civile”.  
11 Ottobre 2018
Urbanistica – Calzavara (ZP): “Imprese, famiglie e territorio al centro del nuovo Piano regionale di riqualificazione urbana”
(Arv) Venezia, 11 ott. 2018 - “Il Progetto di Legge della Giunta n. 402 ‘Politiche per la riqualificazione urbana e l’incentivazione alla rinaturalizzazione del territorio veneto’ dimostra ancora una volta come il Veneto sia una regione all’avanguardia, dotandosi di uno strumento di pianificazione urbanistica che, tutelando doverosamente il suolo, sostiene e incentiva le famiglie e le imprese venete a recuperare gli immobili oggi abbandonati”. Con queste parole, il consigliere regionale Francesco Calzavara (Zaia Presidente), esprime soddisfazione in ordine al “PdL portato oggi dalla Giunta regionale in Seconda Commissione, presieduta dal sottoscritto”. “Il testo normativo – esordisce il Presidente della Seconda Commissione - poggia su pochi ma fondamentali pilatri: incentivazione del sistema del credito edilizio, sostenibilità ambientale, sostegno a famiglie e imprese”. “La norma presentata, infatti – spiega il consigliere regionale - va nella direzione di affinare un piano emergenziale nell’ottica di dotare la Regione di una norma stabile”. “Il punto  innovativo della proposta, tuttavia – chiarisce il Presidente della Seconda Commissione - sta nelle diverse modalità di premialità a favore dei soggetti proponenti: una per gli ampiamenti, e quindi dedicata alle famiglie, e una per gli interventi dedicati alle imprese che intendono demolire e ricostruire”. “Va da sé, comunque- conclude Francesco Calzavara -che nel corso dei lavori della Commissione, qualsiasi contributo costruttivo che si vorrà apportare al testo per affinarlo, è ben accetto”.
11 Ottobre 2018
RIZZOTTO(ZP): PEDEMONTANA, MENTRE BERTI SCHIAMAZZA IL GOVERNO PROCEDE
“Sono moralmente vicina al capogruppo dei 5 stelle, Jacopo Berti, che in queste ore ha scoperto di non essere minimamente preso in considerazione dai membri del suo partito che a Roma hanno deciso, a buon diritto, di proseguire con la Pedemontana Veneta”. Commenta così il capogruppo Silvia Rizzotto la notizia che il consigliere regionale 5 stelle, Jacopo Berti, starebbe predisponendo un fascicolo da far avere al Ministro Toninelli sulla infrastruttura, nonostante lo stesso Governo abbia, di fatto, annoverato l’opera come strategica e da realizzare. “Leggo che il collega Berti starebbe investendo il suo tempo nel predisporre una corposa relazione contro la Pedemontana veneta da far avere al Ministro Toninelli. Il fatto però che quest’opera sia stata esclusa dall’analisi costi-benefici dallo stesso Governo, fa ben capire quanto gli strali di Berti a Venezia siano presi in considerazione a Roma. Meglio così per i Veneti”- chiosa la Rizzotto. “Al di là del fatto che, a fronte della compattezza della lista dei 5 stelle a Ferro Fini, ritenevo che Berti fosse più preoccupato a tenere il suo gruppo che ad agitare fantasmi su quest’opera strategica per il futuro del Veneto-conclude Rizzotto-invito comunque il collega, prima di continuare con la sua analisi, a mettersi in strada ogni mattina, con i pendolari e i lavoratori che oggi si spostano tra Bassano, Cittadella e Castelfranco: sono certa che non lo abbia mai fatto, e che gli servirebbe, non poco, per decidere di investire in altro modo il suo prezioso tempo”
10 Ottobre 2018
Infrastrutture – Rizzotto (Zaia Presidente): “Bene la TAV inserita nel DEF: la nostra Mozione è servita d’impulso al ministro Toninelli per accelerare”.
(Arv) Venezia 10 ott. 2018 -      “Accolgo con favore la notizia che all’interno del Documento di Economia e Finanza del Governo sia stata inserita anche il collegamento tra Brescia a Padova come opera strategica da portare a compimento. Voglio pensare che anche l’approvazione della mozione della scorsa settimana in Consiglio regionale del veneto abbia favorito questo importante passaggio”. Questo il commento della Capogruppo Silvia Rizzotto (Zaia Presidente) che in una nota aggiunge: “Preso atto che la Pedemontana è già una realtà, nonostante qualche gufo cerchi di stopparla, il fatto che il Governo abbia ribadito l’importanza della TAV in Veneto è un punto fondamentale nell’insieme della discussione sull’alta velocità nella nostra Regione. L’opera era e resta strategica per l’economia del Veneto, tant’è vero che lo stesso Consiglio regionale ha promosso ed approvato una Mozione, con ampio consenso e in tempi rapidi, per sostenerne l’esecuzione. Ora credo che tutti i tasselli siano posizionati correttamente, e che il Ministro Toninelli non possa far altro che accelerare l’esecuzione dei lavori”.
10 Ottobre 2018
Sanità – Boron (ZP): “Piano Socio Sanitario e Pediatria procedono. Fracasso e Sinigaglia confondo gli indirizzi politici con le scelte operative”
(Arv) Venezia, 11 ott. 2018 - “Ho letto le dichiarazioni dei colleghi Fracasso e Sinigaglia ma, francamente, le ho trovate davvero bizzarre. Eppure, i consiglieri del PD sono in Regione da un bel po’ di tempo, ma non hanno ancora capito la divisione tra politica e direzione: la prima fa le scelte, la seconda provvede invece alla loro attuazione”. Con queste parole, il consigliere regionale Fabrizio Boron (Zaia Presidente), commenta “le dichiarazioni dei due esponenti Dem che ieri avevano denunciato il fatto  che i Direttori Generali non fossero stati auditi durante la discussione, in itinere, del Piano Socio Sanitario”. ”Per quanto riguarda la discussione sul PSSR – chiarisce il Presidente della Commissione Sanità - si sta procedendo con i tempi prestabiliti: ritengo che i Direttori Generali siano persone competenti e preparate, ma proprio per non invadere la loro autonomia dirigenziale nel dare esecuzione alle linee di mandato, non trovo opportuno convocarli su un punto politico, quale è il Piano Socio Sanitario. Forse Fracasso e Sinigaglia non hanno compreso la diversità dei piani”. “Quanto alla Pediatria di Padova – conclude Fabrizio Boron - i tecnici stanno procedendo a ritmi serrati, ed entro l’anno contiamo di avere il progetto su cui poi sarà fatta la gara d’appalto. Credo che il Tavolo Tecnico, che sta lavorando per realizzare un progetto all’avanguardia, debba poter operare senza alcun tipo di condizionamento: la politica ha dato l’indirizzo di elaborare la nuova Pediatria, ai tecnici il compito di realizzarla”.
10 Ottobre 2018
Politica – Rizzotto (ZP): “Olimpiadi invernali 2026, Cortina-Milano nella short list: siamo in finale, ora andiamo a vincere”.
(Arv) Venezia 10 ott. 2018 -      “La notizia che ieri il Cio, riunito a Buenos Aires, ha  ufficializzato la rosa delle candidate a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026 e che oltre a Calgary e Stoccolma ci sarà anche il tandem tutto italiano Cortina-Milano, ci riempie di orgoglio e ci carica ulteriormente verso l’ultima fase di questa sfida”. Sono le parole di Silvia Rizzotto, Presidente del gruppo Zaia Presidente in Consiglio regionale del Veneto, che in una nota commenta così l’ammissione del duo Cortina-Milano alla fase finale per l’assegnazione delle Olimpiadi invernali del 2026. “Stoccolma e Calgary sono avversari impegnativi: noi rispettiamo tutti, ma non abbiamo paura di nessuno, perché le Dolomiti e le montagne venete non hanno eguali al mondo, e anche perché il binomio con Milano si sta rivelando un asse importante e stimolante, capace di valorizzare entrambe le peculiarità”. “Ora la meta è ogni giorno più vicina: con il sostegno del Governo e del CONI - conclude la Capogruppo Rizzotto - così come è stato fino ad oggi, siamo sempre più convinti che potremo tagliare tutti insieme questo straordinario traguardo”.
9 Ottobre 2018
Sociale – Finco (LN): “Disabili sensoriali, piano di interventi della Regione con un progetto che applica la nostra legge approvata pochi mesi fa. Una scelta di civiltà”
(Arv) Venezia 9 ott. 2018 –    “Con la legge regionale sulla rimozione delle barriere comunicative e l’inclusione sociale delle persone con disabilità sensoriali approvata pochi mesi fa dall’aula di Palazzo Ferro-Fini, volevamo dare il nostro contributo perché non ci fosse più distanza tra le persone e perché nessuno si sentisse più solo. E ora, con il piano triennale di azioni per l’inclusione delle persone sorde, sordomute, ipovedenti e non vedenti varato dalla Giunta regionale, abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti in una scelta di civiltà”. Così Nicola Finco, capogruppo Lega Nord in Consiglio regionale del Veneto, commenta il piano di investimenti messo a punto dalla giunta regionale per la diffusione della lingua dei segni e di quella tattile.  “Sono passati solo pochi mesi da quando ci siamo impegnati per far adottare dalla Regione la prima legge per la rimozione delle barriere comunicative – continua Finco - un progetto che ci stava particolarmente a cuore, dal momento che la nostra Costituzione è basata sull’uguaglianza di diritti e dignità di tutti i cittadini. Una legge che andava a colmare un vuoto a livello statale. Ora la Giunta regionale, partendo proprio dal nostro progetto di legge, ha compiuto un ulteriore passo in avanti. Ringraziamo quindi l’assessore al Sociale Manuela Lanzarin e tutta la giunta guidata da Luca Zaia  per questo piano che ci fa ancora una volta essere all’avanguardia sul lato dei diritti civili”.
5 Ottobre 2018
Politica – Finco (LN): “Incostituzionale l’obbligo di esporre la bandiera veneta: che paura fa una bandiera che ha alle spalle una storia millenaria?Il consigliere Azzalin non ha più diritto di parlare di queste cose”.
(Arv) Venezia, 5 ott. 2018 - “Il consigliere Azzalin dovrebbe spiegare cosa significhi per lui ‘ambiguità identitaria’ perché non risulta alcuna ambiguità nell’esporre una bandiera istituzionale che già sventola fuori dal nostro palazzo. Che paura fa una bandiera che ha alle spalle una storia millenaria?”. Così il Capogruppo a palazzo Ferro-Fini della Lega Nord, Nicola Finco, replica al Consigliere di minoranza Graziano Azzalin (PD) che aveva parlato di “pantomima identitaria a proposito della legge regionale che imponeva l’obbligo di esporre la bandiera la bandiera veneta nei palazzi pubblici, dichiarata incostituzionale dalla Consulta. D’altra parte il Partito democratico governa le province autonome di Trento e Bolzano e, fino a poco tempo fa, anche la Regione autonoma del Friuli - continua Finco - e anche lì c’è l’obbligo di esporre le bandiere locali negli edifici pubblici. Forse queste province e questa regione sono fuori dall’Italia?”. Quanto alla partita sull’autonomia, aggiunge il capogruppo leghista, “Azzalin ha istituito un comitato per il ‘No’ in occasione del referendum dello scorso anno. Chi va contro la volontà dei veneti non ha diritto di parlare di queste cose. Quanto accade in questo percorso e quanto riuscirà a portare a casa Zaia non è più affar suo, visto che si è schierato contro il volere dei veneti. Che gusto ci trovano Azzalin e il suo Pd ad andare contro gli interessi del popolo veneto?”.